concessionarie
09/05/2015 Le concessionarie e l’inganno delle polizze in omaggio

Le concessionarie in questo periodo di crisi per attrarre nuovi clienti offrono, senza costi aggiuntivi, con l’acquisto dell’auto anche la polizza Rca in omaggio per un anno. Ma quest’anno gratuito può costare caro!

E’ capitato ad un mio amico che acquistando l’auto nuova per il figlio si è visto omaggiare dell’assicurazione Rca per il primo anno, per poi ritrovarsi trascorso questo tempo con una bella sorpresa. La legge Bersani, infatti consente alle persone appartenenti allo stesso nucleo familiare, di poter usufruire della classe più favore che uno dei parenti possiede, questo però SOLO nel momento di acquisto del nuovo veicolo: all’immatricolazione o alla voltura.  Pertanto trascorsi dodici mesi il ragazzo non può beneficiare della classe di merito agevolata del padre, in quanto sta assicurando l’auto per il secondo anno. Risultato: il prezzo da pagare è quintuplicato dovendo partire dalla 14^ classe.

Anche nel caso in cui una concessionaria offrisse l’assicurazione Rcauto per 3 anni, alla fine del periodo nella maggior parte dei casi non può rilasciare un attestato di rischio con la storia assicurativa di quel veicolo, in quanto le concessionarie assicurano i mezzi con una polizza cumulativa  chiamata “libro matricola”,  nella quale vengono annotate le targhe nuove e dismesse quelle vecchie, per cui il certificato assicurativo è del concessionario e non del  proprietario del veicolo.

Meglio dunque, farsi fare uno sconto maggiore che accettare in omaggio la polizza Rcauto.